Natan Salvemini

Natan Salvemini è nato nel mezzo degli anni Ottanta, gli piacciono le tartarughe, perdersi tra gli alberi e Bill Murray. Scrive di musica in giro e sul suo blog Stormi.

Scende dall’Himalaya, Gigante porta Tempesta

Gigante è il progetto solista di Ronny Gigante, già bassista dei Moustache Prawn. Nel 2018 è uscito con il suo disco d’esordio “Himalaya” riscuotendo buoni consensi di pubblico e critica. Il nuovo singolo Tempesta è appena uscito. Valeva la pena fargli qualche domanda.  Ho seguito il progetto di Gigante sin dall’inizio e in questo…

Calcutta

Evergreen di Calcutta come Spinaceto: pensavo peggio

Era un venerdì di dicembre e fuori faceva un freddo impossibile. Mi ricordo ancora un locale piuttosto contenuto, il soffitto molto basso, un sacco di gente. Pesaro, anche quella sera, era una donna intelligente: irresistibile come sempre. Tra i musicisti che lo accompagnavano c’era Francesco Sarsano dei Vanilla Sky, presentato proprio così da Edoardo, a…

young signorino

Door Selection: Anche Young Signorino merita il nostro amore

Questa mattina mi sono svegliato con l’acidità di stomaco. Non riesco più a reggere la frenesia dei social network. Il mio medico dice che è sicuramente quella la causa dei miei mali. A volte capisco chi ha deciso di andarsene e capisco anche chi se ne resta nell’anonimato. In questi giorni di teorie stile Dan…

lodo guenzi

Door Selection: Lodo Guenzi conduttore e certi featured improbabili

Non è assurdamente bello accorgersi che il leader di uno dei gruppi più criticati al concerto del Primo maggio dell’anno scorso, Lodo Guenzi de Lo Stato Sociale – l’altro, molto biasimato, se non ricordo male, fu Vasco Brondi de Le luci della centrale elettrica – sia stato nominato presentatore dell’edizione di quest’anno? E tutto questo dopo la…

brunori sas

Door Selection: Brunori Sas in tv e le band che copiano i Thegiornalisti

Un tempo il capro espiatorio dei mali del mondo era la televisione. Si usava la televisione, e i programmi che venivano trasmessi, come sommo esempio di scemenza o di basso livello culturale. Il fatto che l’uomo sia un essere pensante non è affatto scontato. Se una volta questa mia ultima affermazione veniva confermata da ciò che…

Motta

Motta: diventare adulti tra paure e scelte

La pace non esiste. Certo, è auspicabile. Tutti la cerchiamo continuamente. Eppure le nostre giornate oscillano da alcuni momenti felici ad altri totalmente opposti, sfiancanti. Ogni giorno, dentro di noi, c’è in corso una vera e propria guerra, tra ciò che siamo, ciò che vorremmo essere e ciò che la società e il mondo vogliono…

Door Selection: i Sigur Rós e Cristina Scabbia dei Lacuna Coil

Quando si è molto giovani si pensa che non si cambierà mai idea su nulla. Se a vent’anni ti piace la Guinness, leggere Pier Vittorio Tondelli o le ragazze more con gli occhi chiari sei convinto che anche a trentacinque continuerai a bere Guinnes, leggere Tondelli e a impazzire quando una ragazza con i capelli…

Door Selection: il nuovo disco dei Baustelle e la programmazione Rai

Di solito faccio passare più tempo prima di esprimermi su un disco appena uscito, ma in certi casi è davvero impossibile. Questa volta Bianconi e soci lasciano perdere la violenza per dedicarsi completamente all’amore. E come si reagisce di fronte a una cosa del genere? Non si può far altro che alzare le mani e…

door selection

Door Selection, una rubrica che divide: Thegiornalisti e Zen Circus

La cosa abominevole, lo ammetto, è che il primo post, di questa nuova rubrica firmata da me per il neonato e promettente sito de Le Rane, sarà un post disclaimer. Credo non ci sia niente di peggio al mondo degli spiegoni. In qualunque contesto: letteratura, film, canzoni, serie tv. Non ho ancora capito perché nessuno…