Category

Recensioni

Darrn

Darrn, la “Musica da Camera” e la priorità del messaggio

In un’estate che corre e sembra sfuggire sempre più velocemente, il 19 luglio è uscita la seconda metà dell’EP di debutto per i DARRN, collettivo romano che dopo aver presentato i brani “ALLEN” e “F2” chiude il cerchio con “SABA” e “OLOGRAMMA”, delineando così la scaletta completa di “MUSICA DA CAMERA”.  In questo progetto,…

Priestess

Priestess è la sacerdotessa della trap italiana

Non è facile essere donna e fare trap. Come dimostrato ampiamente dalla maggior parte dei testi, i pezzi trap, troppo spesso, sono ricchi di misoginia e sessismo che, stupidamente, vengono considerati sinonimi di virilità. Riferimenti sessuali espliciti e poco lusinghieri, donne usate e trattate come oggetti sono alcuni degli argomenti più ricorrenti tra trappers. Ultimamente,…

I Hate

Infrangere i confini: la contaminazione I Hate My Village

Non è la prima volta che grandi nomi della musica contemporanea, appartenenti a diverse famiglie, si riuniscono dando vita a progetti creativi singolari. Quando, ad inizio anno, è uscito l’album degli I Hate My Village, le aspettative comuni erano alte, così come il mio personale entusiasmo. Si vociferava già da tempo sulla collaborazione tra uno…

Fask

Fast Animals and Slow Kids, gli “Animali notturni” sono di nuovo in giro

Rantolando nella notte, disperso in una strada deserta, la macchina è in riserva. Attorno il nulla, sembra di stare soli, ma una luce al neon rapisce la mia attenzione. Mi riempie gli occhi. Quella luce al neon disturba quasi, ricorda l’insegna di un motel. Ma lo fa apposta, come per avvertire di un pericolo imminente.…

massimo pericolo

Scialla Semper di Massimo Pericolo è il nuovo capitolo del rap?

Nella musica, come nel marketing, si parla spesso di hype: attesa quasi spasmodica,meme, febbre, soddisfacimento del desiderio eccetera. Ho capito cosa è l’hype dopo l’uscita di 7 Miliardi, primo singolo di Massimo Pericolo, all’inizio di quest’anno. Era palpabile quanto questo ragazzo, perché sarebbe sbagliato parlare di personaggio, stesse costruendo intorno a sé un castello di…

faber nostrum

Faber Nostrum che sei nei cieli, abbiamo santificato il tuo nome

La musica è fatta di molte cose difficili. Alcune perché poco comprensibili, perché oscure, altre perché difficilmente replicabili. Chi la musica la ascolta e la pensa (e la fa) sa bene che in questa immensa selva oscura, poche cose sono meno avvicinabili del cantare un cantautore. Questo perché quello che fa un cantautore è stretto…

dola

Dola e la nuova Mentalità del cantautore italiano

Il cantautorato italiano è sempre stato qualcosa di geograficamente ispirato. Si pensino a Milano, Genova o Roma. Proprio la capitale ultimamente sembra essere scenario di una nuova wave di cantautori, che tutto sommato non fanno niente di diverso dai Baglioni, De Gregori e Venditti degli anni 70, o dai Fabi, Silvestri e Gazzè di primi…

coez

È stato davvero bello il ritorno di Coez

Quello di Coez, all’anagrafe Silvano Albanese, è stato davvero un ritorno clamoroso, in grande scena, che ha fatto parlare tutti, dopo il successo di “Faccio un casino”. L’11 gennaio due grandi schermi con dei countdown sono stati posizionati a Milano e a Roma, per presentare il singolo “È sempre bello”, titolo anche del disco. Forse,…

myss paprika

“Paprika” è la conferma che Myss Keta è Pazzeska

A solo un anno di distanza da Una vita in capslock, l’angelo dall’occhiale da sole, alias Myss Keta, pubblica un nuovo album, Paprika. Questo nuovo lavoro, uscito il 29 Marzo scorso, è la testimonianza della maturità artistica di Myss Keta, che dà vita a un album più provocatorio (e provocante), più sperimentale, più musicalmente variegato…

coma cose

Coma Cose, Hype Aura: quanto è bello avere paura?

Se siete arrivati fin qui, è perché anche voi avete un’anima lattina. Sempre che ne abbiate una. Inutile girarci intorno: il 15 Marzo è uscito per Asian Fake Hype Aura, il primo disco dei Coma Cose, e tocca dire qualcosa a riguardo. Innanzitutto, partirei con una ammissione di colpa. Prima di stamattina non mi ero resa conto…