Category

Postcards from the Past

La perfezione anarchica dello Zero: i Bluvertigo e la Trilogia Chimica

Dopo “Acidi e Basi” e “Metallo non Metallo”, i Bluvertigo recintano la trilogia chimica con “Zero”. L’immensa mole di informazioni contenuta in queste poche righe meriterebbe già di per sé barocche distese di inchiostro. I primi due album si reggono su meccanismi chimici anarchici e apolidi: gli acidi e le basi si dissociano cedendo ad…

fabi

Niccolò Fabi: l’arte di essere fragili

A partire dal postulato comune che “senza sofferenza non c’è arte” – che prendiamo ampiamente per buono –  oggi parleremo di Niccolò Fabi, ovvero di un signore che ha fatto della sua sensibilità un’arte. Classe 1968, romanissimo, laureato in filologia romanza (praticamente l’how-to universitario di come sprofondare nelle parole, un feticismo perfetto se vuoi fare…

The Freewheelin’ Bob Dylan: musica, amore, lotta

È capitato oggi. Sapendo che m’avrebbero fatto cosa gradita, un paio di amiche mie hanno ben pensato di regalarmi The Freewheelin’ Bob Dylan, il vinile. Azzeccattissimo, senza dubbio. Peccato solo che fosse già entrato a far parte della mia (esigua) collezione appena pochi giorni prima, ovviamente a loro insaputa. Che fare, allora? A questa domanda…

Rock and roll will never die, “Viaggio senza vento” dei Timoria (1993)

Negli anni settanta era spesso facile comprare un lp e scoprire che esso era un “concept album”, il più celebre probabilmente è The Wall dei Pink Floyd. Un concept album è quindi un racconto, attraverso i brani che lo compongono, di una storia. Ci può essere un protagonista che in modo random torna all’interno delle…

“Potere alla parola”: il rap in Italia diventa una cosa seria

Difficile palare di rap in Italia. La “scena”(è questo il termine che viene utilizzato per identificare il movimento legato alla cultura rap ed hip hop) ha sempre vissuto nell’ombra sin dai suoi esordi. C’erano le ballotte, le crew, le posse che tra la fine degli anni ’80 e l’inizio dei ’90 erano disseminate lungo lo…