Virginia Ciambriello

24 anni, nella vita mi perdo tra le strade di Bologna e scrivo tutto il giorno. "Chitarra e voce" sono le mie parole preferite.

paesaggio dopo la battaglia

“Paesaggio dopo la battaglia”, Vasco Brondi: una voce che canta più voci

“Esistere”: far parte delle cose, esserci, sussistere. Se esistiamo, vuol dire che siamo visibili. Ci muoviamo nello spazio, ci immergiamo nella realtà, siamo capaci di sentire. Non è scontato, esistere: presuppone una scelta tra subire e agire, vivere il presente o lasciarsi sopraffare. Ognuno esiste a proprio modo e per ogni esistenza esiste un racconto.…

Le Endrigo

Le Endrigo: il femminile plurale di un coraggioso cambio di rotta

Scrivere di qualcosa a cui tieni, qualcosa che ti smuove è molto difficile. Senti di dover utilizzare le parole perfette, rendere sinceramente giustizia a quello che devi raccontare. Allora scrivi, riscrivi, ricominci e senti quella “convinzione di non essere all’altezza”, come cantano i Botanici in Mattone. Forse però non si tratta di essere all’altezza, ma…

moci morbido

“Morbido” di Moci: un esordio cucito senza mezzi termini

Non so se vi sia mai capitato di trovarvi a dover scrivere qualcosa e non avere nemmeno una parola in mente. Non serve che voi siate scrittori, redattori o giornalisti: lo spazio bianco si palesa anche quando c’è da compilare la lista della spesa. Ecco, sono giorni che cerco parole per descrivervi un disco d’esordio…

L’Anima Mundi di Axos ci ricorda che tutti abbiamo qualcosa in comune

Il concetto di “anima mundi” è ancestrale. Se per i Platonici l’anima mundi era in sostanza il principio unificante da cui prendevano vita tutti gli organismi, nella declinazione filosofica di Jung l’anima mundi diventa una sorta di inconscio collettivo, un vaso in cui c’è una parte comune a tutti noi. In questo 2020, ne abbiamo…

cecilia ?

“?” è l’EP di debutto di cecilia, un’artista che non ha paura di farsi domande

Ho sempre pensato alla malinconia come un abbraccio che ti travolge, non ti lascia scampo e domina ogni pensiero. Col tempo, però, le emozioni cambiano e con loro il nostro modo di descriverle. Ecco che la malinconia non mi travolge, ma mi avvolge: mi accompagna, mi trasporta. Questa volta, lo fa grazie a un EP…