Davide Petrella: è arrivato il momento di “Litigare”

Avete presente i cambi di programma, quelli che alla metà della popolazione spaventano e mandano in panne il cervello?

Ecco, Davide Petrella sta esattamente nell’altra metà di popolazione: a disco registrato e master consegnato, “sono uscite di getto delle altre canzoni nuove a cui non ho saputo dire di no e ho voluto fortemente inserirle in questo disco”.

Avete capito bene, a cose fatte, Petrella ha proposto uno switch: un disco nuovo prima del disco nuovo. Litigare, si chiama così il nuovo singolo uscito il 20 aprile 2018 (che ha anticipato l’omonimo album uscito a giugno 2018) e nome più azzeccato di questo sembra non possa esserci. 11 Brani pop che strizzano l’occhio al rap più gli inediti “Einstein” e “Skyline” (che segnano l’inizio del percorso da solista nel 2017). Definito da lui stesso un disco “onesto”, dentro c’è il vero “io” dell’autore. Dalle origini, passando per ciò che tiene tutti sulle spine senza escludere nessuno, fino all’amore, l’unico sentimento così multiforme ma che ci salva sempre, “Litigare” è uscito lo scorso giungo per Warner Music Italia.

Il tour, invece, è iniziato a fine ottobre e le date sono ancora tante!

29/11/2018 Perugia – Rework

30/11/2018 Asti – Diavolo Rosso

14/12/2018 Foggia – The Alibi

15/12/2018 Avellino – Tilt

Vi starete chiedendo se forse non ci siamo dimenticati qualcosa… Niente affatto!

Siamo solo partiti dalla fine ma la storia di Davide Petrella inizia almeno 10 anni fa!

Classe 1985, di origini napoletane, nel 2008 inventa il claim virale “Chi cazzo sono le strisce?” e da lì, in soli sei mesi, porta la sua band allora sconosciuta a firmare un  contratto con la “Emi Music Italy”. La band, per l’etichetta, farà uscire: “Fare il cantante” (2008), “Torna Ricco e Famoso” (2010) e “Pazzi e Poeti” (2011). Lungo il percorso la band si guadagna l’attenzione del bolognese che ama andare in giro “con le ali sotto i piedi”: Cesare Cremonini! Sarà lui ad invitare la band, “Le Strisce”, a suonare nel suo tour del 2012 oltre che a registrare il piano nel brano “Are u ok” (Torna Ricco e Famoso-2010).

Fra una trasferta e l’altra, in giro per i palazzetti dello Sport di tutta Italia, fra Cesare e Davide nasce una grande amicizia e una fruttuosa collaborazione: il cantautore napoletano, infatti, prenderà parte ai lavori di stesura dei brani “Logico” (2014) e “Possibili scenari” (2017). Nel 2014, intanto, “Le Strisce” danno alla luce con l’etichetta indipendente “Suonivisioni Records”, ad “Hanno paura a guardarci dentro”. 

Percorso da solista

Dopo anni di lavoro passati a farsi le ossa e con esperienze prevalentemente di gruppo, per Petrella bussano alla porta nuove esigenze: intraprende così un percorso da solista e scrivevere proprie hit in collaborazione con artisti di grande calibro come Fabri Fibra, Gianna Nannini, Elisa, Fedez, J-Ax, Jovanotti, Cremonini, Emma, Takagi & Ketra. Un’esperienza, quella da solista, iniziata alla grande: nel 2017 il suo brano “Skyline” già nella prima settimana è in alta rotazione e nella sezione New Hit di Radio Rtl 105 e di altre radio nazionali, nelle playlist New Music Friday Italia e “Alta rotazione di Spotify”. Partecipa, poi, con il brano “Non può fare male” alle selezioni delle nuove proposte di “Sarà Sanremo 2018” e sarà prima tra 650 proposte.

Si distingue per grinta e intensità sul palco. È uno degli autori di canzoni più richieste del momento in Italia. Non vuole “Litigare” ma se ne va in giro a suonare, “Litigare”.

Non resta che scegliere la data più comoda per voi e godervelo dal vivo!

di Giulia Zannetti x Futura 1993

Futura 1993 è il format radio itinerante creato da Giorgia Salerno e Francesca Zammillo che attraversa l’Italia per raccontarti la musica come nessun altro. Segui Giorgia e Francesca su Instagram, Facebook e sulle frequenze di RadioCittà Fujiko, in onda martedì e giovedi dalle 16:30

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *