Category

Interviste

Che sia via mail, a telefono, su Zoom o dal vivo qui puoi trovare le nostre chiacchierate con gli artisti del panorama musicale italiano. Le nostre interviste molto spesso sono introdotte da brevi recensioni che vi introdurranno nel disco dell’artista con cui dialogheremo.

salto nel vuoto senza_cri

Il “Salto nel vuoto” di senza_cri è una rincorsa per decollare

Salto nel vuoto è il primo EP della cantautrice brindisina Cristiana Carella, in arte senza_cri, che nel 2021 ha calato un tris d’assi davvero niente male. Dapprima giovane protagonista al Premio Tenco, cui è stata invitata a partecipare dopo essersi fatta notare nella kermesse del Tenco Ascolta – una rassegna itinerante riservata ai cantautori emergenti.…

galea ep

La prima volta di Galea, “Come gli americani al ballo di fine anno”

/de·bùt·to/ – Un inizio, un esordio che porta ad un percorso che (si auspica) sia lungo e foriero di conquiste, in termini di risultati e di crescita personale. Claudia, in arte Galea, ha poco più di 20 anni, e dopo importanti esperienze tra AmaSanremo e XFactor, lega a doppio filo il suo debutto discografico ad…

folcast

Folcast ha il tempismo di un cantautore senza tempo

Folcast è un giovane cantautore romano, che avevamo visto sul Palco dell’Ariston nella sezione Nuove Proposte al Festival di Sanremo 2021. Dopo il brano “Scopriti” presentato nella suddetta occasione Folcast ha collaborato con Roy Paci e i Selton per poi esibirsi in varie date estive. Ma è a gennaio 2022 che pubblica il suo nuovo…

novelo caro mostro

Novelo e il nostro “Caro Mostro”: l’amore

Chiunque abbia trascorso più di un’ora nella mia macchina nel 2021 ha sicuramente ascoltato una canzone di Novelo. Ascoltavo talmente tanto in loop “Psicologo” che ad un certo punto ho pensato me ne servisse uno solo per curare il mio disturbo ossessivo compulsivo da loop. Eppure non soffrivo d’amore, non avevo un amore, la mia era…

La Scapigliatura

L’importanza di prendersi cura dell’altro e di schierarsi, secondo La Scapigliatura

Ho ascoltato “Coolturale”, il nuovo album de La Scapigliatura, presentato durante la Milano Music Week e uscito il 26 novembre scorso, diverse volte prima di incominciare a scrivere questo pezzo. Quindi come suggerito implicitamente in ogni traccia dell’album ho lasciato che la fretta (e l’ansia) non si impossessasse di me. E libera da ogni bias,…

mobrici scimmie

Mobrici, l’elogio cantautorale dell’imperfezione umana

Dedalo e Icaro, come narra Ovidio nelle sue “Metamorfosi” (I sec. d.C), costruirono ali di cera per volare, ma pagarono con la vita l’aver preteso di superare i limiti umani. L’infallibilità è, infatti, una concretezza difficile da accettare, non solo nella mitologia ma anche nella realtà. Mobrici ci ricorda però che “Anche le scimmie cadono dagli alberi” (Maciste Dischi) e…

IRuna Valentina Polinori

Da cantautrice a cantautrice: Valentina Polinori intervista IRuna

Questa è la mia prima esperienza da intervistatrice, siate clementi. Sono una persona molto curiosa e tendenzialmente mi lancio nelle cose nuove con grande incoscienza, ma quando Le Rane mi hanno proposto di fare un’intervista a IRuna non ho avuto dubbi. Sia perché siamo grandi amiche e di base ogni cosa che facciamo insieme è divertente, sia…

Paul Giorgi Safari pop

Paul Giorgi e il bestiario emozionale di “Safari Pop”

Addentrarsi in una fitta coltre di nebbia che avvolge una grigia città del nord Italia, coprirsi con le mani per proteggersi dallo smog e dal freddo di dicembre, infine ritrovarsi dentro una folta, calda e coloratissima giungla tropicale. Versi animaleschi ed echi lontani aggrediscono il silenzio ancestrale dei primi venti secondi di Safari pop, album…

“Le cose che ho” di Jesse the Faccio: imparare a fare i conti con se stessi

Le cose che ho, uscito il 26 novembre 2021 per Dischi Sotterranei, è il terzo lavoro del cantautore padovano Jesse the Faccio. La nota con cui, il 6 ottobre, l’artista ha accompagnato l’annuncio dell’ep sul suo profilo Instagram spiega perfettamente la complessità di un progetto che in quattro brani – Credo mi vedi, Che resta,…

Caspio, foto di Pietro Bettini

Tempus fugit, caspio!

(Tempus) fugit! Il nuovo lavoro discografico di caspio, lungi dall’essere un concept album narrativo, propone una chiacchierata accorata e nostalgica sull’elemento metafisico del tempo. Quest’ultimo è reso presente e necessario poiché reservoir di esperienze, volti e situazioni. Il cantautore gli cammina accanto, confrontandosi in un dialogo innaturale ma intimo. Le strutture testuali ne sono influenzate…